Sanificazione ed igienizzazione

Josefin Garage offre questo esclusivo servizio di igienizzazione e sanificazione per veicoli privati e da lavoro che, dall’inizio del 2020, è diventato indispensabile per chi deve lavorare con il proprio mezzo a contatto con altre persone. Il trattamento che offriamo ai nostri clienti impiega l’utilizzo dell’Ozono. L’ozono è appunto un gas naturale ed ecologico, presente anche nella nostra atmosfera, che si compone di 3 atomi di ossigeno. Per via delle sue caratteristiche intrinseche è in grado di rendere inattivi più del 99,98% dei batteri e dei virus presenti nell’aria e nelle superfici. Anche l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanitá) convalida l’uso dell’ozono come sanificante ed igienizzante tra i migliori in circolazione. Alcune proprietà di questo gas sono:
  • Sanifica ed igienizza aria e superfici
  • Elimina acari, virus, batteri, muffe, spore, funghi, parassiti
  • Sanifica in modo 100% naturale
  • Si presenta come gas e raggiunge anche i posti più impervi
  • Si trasforma naturalmente in ossigeno dopo l’igienizzazione
  • Non lascia residui
  • Approvato dal Ministero della Sanità italiano e da altri enti mondiali certificati es. (OMS)
Come detto l’ozono consente, in modo estremamente efficace e naturale, di rimuovere virus, batteri, spore, muffe ed acari, sanificando completamente il vostro veicolo. Le proprietà igienizzanti naturali dell’ozono sono già state utilizzate durante l’epidemia di SARS nel 2003, come una delle soluzioni più caldeggiate. L’Ozonizazzione (igienizzazione a base di ozono) consentono di sterilizzare superfici in inox, in plastica, in tessuto, attrezzi ed oggetti presenti nel veicolo. L’ozono inoltre non rilascia residui di sostanze chimiche ed è certificato anche dal Ministero della Salute Italiano con CNSA del 27 ottobre 2010 per il trattamento dell’aria e dell’acqua, come agente disinfettante e disinfestante.  Infatti, una volta che l’ozono viene utilizzato per compiere la sua azione igienizzante, si dissolve naturalmente divenendo ossigeno, senza richiedere trattamenti aggiuntivi o presentare spiacevoli effetti collaterali. Oltre che per una prevenzione contro allergie, cattivi odori ed altre malattie causate da batteri e virus, questo servizio di igienizzazione è indispensabile e viene largamente utilizzato per coloro che operano nel campo sanitario come Auto Mediche ed Auto Ambulanze, nonché veicoli delle Forze dell’Ordine. Inoltre questo servizio può essere interessante per chi acquista auto usate, oltre che per chi gestisce flotte di mezzi aziendali, come corrieri,  o veicoli a noleggio, per offrire sempre un servizio di prim’ordine ai propri clienti. Sanificare il vostro veicolo, specialmente se passate molto tempo in auto, aiuterà a migliorare il vostro benessere quotidiano e di chi viaggia con voi. Inviate la vostra richiesta a Josefin Garage per richiedere informazioni ed un appuntamento, anche attraverso la nostra nuova Chat Online. 

After Market Retrofit

Il mercato automobilistico è in continua evoluzione e le case automobilistiche producono incessantemente nuovi modelli, nuove versioni e diversi restyling ad un ritmo molto veloce. Tutto ciò provoca il fenomeno che qualche anno fa era proprio solo del settore tecnologico: una volta acquistato un veicolo, è già vecchio. 

JOSEFIN GARAGE presenta la soluzione per quei clienti che sono ancora innamorati delle loro auto, ma che desiderano installare alcuni degli accessori più accattivanti propri dei modelli o delle versioni più recenti, per svecchiare il proprio mezzo. 

Il Team JOSEFIN GARAGE, grazie al suo know-how, è in grado di equipaggiare un veicolo con accessori aftermarket, per ridurre l’invecchiamento e aumentare la praticità del veicolo. I conducenti non dovranno più preoccuparsi quando vedranno un volante più attraente sul nuovo modello, con nuove caratteristiche, nuovo design o nuove tinte… … lo stesso si può dire per il design delle luci e per tutte le caratteristiche che si possono immaginare.

Non esitate a contattarci e a spiegarci cosa desiderate. Vi forniremo i nostri migliori consigli.  

360 interior exterior

Il Team JOSEFIN GARAGE ha un’esperienza pluriennale nel settore Tuning dei veicoli. Sviluppiamo soluzioni personalizzate per i veicoli dei nostri clienti, che riflettano i loro desideri.

Ogni persona ha la sua personalità e ci viene chiesto di trasferire questa caratteristica unica nei loro veicoli. Siamo sempre chiamati a trovare soluzioni innovative e originali che abbraccino la filosofia del driver.

Pertanto, siamo lieti di assistere i nostri clienti nella personalizzazione di ogni dettaglio dei loro veicoli, sia per quanto riguarda l’interno che l’esterno o entrambi. Siamo orgogliosi di presentare soluzioni sempre nuove attraverso l’utilizzo di strumenti tecnologicamente avanzati e materiali all’avanguardia.

Esterni: oltre alle classiche verniciature, lavoriamo con le più moderne tecnologie e tecniche di rivestimento per offrire una gamma di prodotti sempre aggiornata. Inoltre, sviluppiamo e realizziamo spoiler anteriori e posteriori, ali, appendici e molti altri dettagli nei materiali più sofisticati, uno su tutti, la fibra di carbonio. Mettiamo a disposizione dei nostri clienti una vasta gamma di cerchi dei migliori marchi, impianti frenanti maggiorati, per garantire una performance a 360°. Ci occupiamo di un look sportivo, dove l’eleganza e il risparmio di peso sono sempre un must. Il vostro veicolo non passerà inosservato 

Interni: Estendiamo la stessa cura che dedichiamo all’esterno del veicolo, anche agli interni. L’unico limite è l’immaginazione, e la nostra è molto vasta. Abbiamo personalizzato gli interni aggiungendo nuove soluzioni di design sia in pelle che in Alcantara® e personalizziamo ulteriormente le finiture, ad esempio con la fibra di carbonio.     

Contattateci per avere maggiori informazioni sul vostro progetto specifico e preparatevi a trasformare il vostro veicolo in un veicolo davvero unico!

Scarico Sportivo

Al giorno d’oggi, ci sono molte restrizioni e regolamenti che le case automobilistiche devono rispettare, al fine di omologare i loro veicoli. Di conseguenza, i costruttori di veicoli tendono a sfruttare solo in parte le prestazioni reali dei loro componenti, al fine di rispettare facilmente tali regole. Il più delle volte, questo comportamento limita la reale efficienza del motore, abbassando la potenza e la coppia dei cavalli, attraverso l’uso di componenti scadenti.

Il team di JOSEFIN GARAGE lavora da diversi anni nel campo della messa a punto di diversi tipi di veicoli, siano essi supercar, auto sportive, SUV o altri. L’esperienza e il know-how del nostro team ci permettono di offrire sempre la migliore soluzione ai nostri clienti, secondo le loro reali esigenze. 

Il giusto scarico sportivo viene sviluppato per il motore dello specifico veicolo con l’obiettivo di sfruttarne tutte le potenzialità. Le prestazioni reali si ottengono lavorando sui parametri ben precisi, tenendo conto del tipo di motore. Diventano quindi fondamentali la scelta del materiale giusto per il sistema di scarico, le giuste misure di ciascuno dei tubi per aumentare il flusso dei gas di scarico e così via. Infine, uno scarico sportivo ben costruito vi offre la migliore colonna sonora per i vostri viaggi. Trovare i componenti giusti e assemblarli in modo che il motore sia davvero libero di esprimere il suo vero suono è il risultato del giusto mix tra arte e tecnica che il team JOSEFIN GARAGE padroneggia. Il suono giusto è essenziale, per enfatizzare le sensazioni del guidatore. Questo processo richiede oltre all’esperienza. gli strumenti giusti per garantire il risultato perfetto. 

Ci sono due metodi di lavoro principali per la produzione di un sistema di scarico, che possono variare sensibilmente nel modo in cui l’aria fluisce. La maggior parte degli scarichi after-market, così come alcuni di quelli post-vendita, utilizzano la tecnica “crush-bend”, diminuendo il diametro dei tubi e rallentando il flusso dei gas. La tecnica “Mandel bend” consiste nell’utilizzare tubi con superfici lisce e diametri uguali per facilitare il flusso dei gas di scarico ed eventualmente per aumentarlo, migliorando l’efficienza e le prestazioni grazie alla bassa resistenza dell’aria. 

La scelta del materiale giusto è fondamentale e non c’è una sola soluzione perché dipende dalle vostre esigenze. Per questo siamo qui per assistervi. I sistemi standard tendono ad essere in “acciaio dolce” deteriorandosi nel tempo. L’acciaio alluminizzato e l’acciaio inossidabile (inox) sono invece i materiali migliori per costruire uno scarico. Entrambi sono robusti e durevoli, mentre l’acciaio inossidabile dura anche tutta la vita del veicolo.

Il look è un altro aspetto fondamentale. Non c’è giusto o sbagliato, ma, ancora una volta, tutto dipende da diversi fattori e il team di JOSEFIN GARAGE è qui per consigliare le migliori opzioni.

Il diametro del tubo è un parametro chiave da tenere presente per il risultato finale. Un diametro maggiore può aiutare il flusso d’aria, ma oltre un certo diametro può danneggiare l’intero flusso e le prestazioni effettive, ad esempio creando turbolenze. Tuttavia, avere un diametro del tubo leggermente più grande è consigliabile quando si aggiunge un turbocompressore o una sovralimentazione. 

Qualunque siano le vostre esigenze e richieste, il team di JOSEFIN GARAGE è a vostra completa disposizione per progettare, disegnare e sviluppare il miglior sistema di scarico per il vostro veicolo. La fase iniziale di ogni progetto include una bella chiacchierata con il cliente, per comprendere le sue reali esigenze ed i suoi desideri. Questo ci porta a capire l’ambizione di ognuno di voi ed offrirvi la migliore soluzione. Ci piace vedervi sorridere quando sentite il sound del nostro scarico in azione. La vostra soddisfazione ci rende orgogliosi. Non esitate a contattarci.

Sound Booster

Il Sound Booster di KUFATEC è la soluzione che JOSEFIN GARAGE offre per migliorare il tono del vostro veicolo. Al giorno d’oggi, le severe normative ambientali, il ridimensionamento dei motori da parte dei costruttori ed altri fattori hanno imposto limiti anche sul sound. 

JOSEFIN GARAGE è in grado di implementare questa semplice soluzione per il vostro veicolo a benzina, diesel ed elettrico, aumentando la resa acustica del vostro propulsore, per una maggiore soddisfazione del cliente. 

Questo sistema di audio attivo può essere acceso e spento semplicemente premendo un pulsante, trasformando il suono del vostro motore, ad esempio in un attraente V8, senza influire in alcun modo sul consumo di carburante e senza la necessità di aggiornare lo scarico o altri componenti.

Il sound booster è una soluzione Plug&Play per tutte le più comuni marche e modelli di veicoli. Può essere collegato al vostro smartphone via Bluetooth e attraverso una APP è possibile configurare in dettaglio il proprio sistema.

Contattateci per avere maggiori informazioni per questa soluzione smart!

Calibrazione della centralina

L’ECU (Engine Control Unit) o centralina motore è un piccolo dispositivo che controlla le principali funzioni del motore. I produttori di automobili sono in grado di impostare i parametri di come il motore funzionerà e reagirà in diverse condizioni attraverso questo dispositivo. Poiché lo stesso modello di veicolo è venduto in tutto il mondo e deve rispettare normative differenti, adattarsi a climi ed a qualità dei carburanti diversi, le case automobilistiche tendono a limitare il potenziale del motore attraverso l’impostazione di parametri generali sulla ECU. 

La rimappatura del veicolo consiste nel modificare il software di default della ECU, variando i parametri di funzionamento del motore. Il software della ECU, come ogni programma, può essere sovrascritto, con l’obiettivo finale di ottimizzare le prestazioni del vostro motore. Questo software viene immediatamente collegato alla vostra auto utilizzando la porta OBD (diagnostica di bordo) che permette una comunicazione facile ed efficiente tra il vostro veicolo e l’ingegnere del software. 

Il processo è semplice in quanto, tuttavia, sovrascrivere il software non è semplice: ogni veicolo ha il proprio motore e, nonostante il modello sia lo stesso, ci saranno sempre delle differenze impercettibili. La bravura del tuner sta nel riconoscere questi parametri e tenerne conto, per un tuning a “regola d’arte” . Per questo motivo il team di JOSEFIN GARAGE utilizza la propria esperienza per mettere a punto ogni veicolo lavorando direttamente sul software del veicolo stesso, sostituendolo con un file ad hoc e con file generici. Questi file  i basano infatti su parametri generici che non riflettono lo stato reale del veicolo del singolo proprietario, e possono in taluni casi, rendere meno del file originale.

Sfruttare la vera potenza di cui è capace il vostro motore è il motivo principale per cui i clienti vengono a chiederci la rimappatura della centralina motore. Tuttavia, intervenire sui singoli parametri ci permette, ad esempio, di concentrarci sull’aumento della coppia e di eliminare il ritardo della risposta dell’acceleratore per un’erogazione di potenza più fluida. Una maggiore potenza, in alcuni casi, può anche portare a un maggiore risparmio di carburante. Ovviamente, uno stile di guida sportivo insieme all’aumento di potenza ottenuto con la rimappatura della centralina può portare ad un maggiore consumo di carburante. Tuttavia, in molte occasioni, avere più coppia a disposizione permetterà all’utente di non scalare le marce. Quindi, una maggiore potenza con una guida intelligente può migliorare il risparmio di carburante.

La rimappatura della centralina non sarà rilevabile da molti dispositivi, quindi non influisce sulla garanzia del vostro veicolo. Tuttavia, è importante capire che la nostra azienda non può garantire che non venga visualizzato.

La rimappatura della ECU non influisce sulla longevità della vettura. L’obiettivo della rimappatura della centralina è quello di sfruttare il reale potenziale del vostro motore, in modo che il vostro motore possa funzionare liberamente come avrebbe dovuto, prima di essere stato limitato dalla casa madre. Tuttavia, lo stile di guida del conducente è l’unico elemento reale che può influenzare la vita del veicolo, ad esempio sollecitando eccessivamente i componenti.

C’è una confusione generale tra il Remapping delle ECU e il Chip Tuning e qui cerchiamo di spiegarlo. La definizione di “Chip Tuning” o “Chipping” si riferisce alla vecchia procedura con la prima ECU di modificare i parametri del software originale con un chip. L’OBD ha reso questa procedura più semplice ed efficace. Il team di JOSEFIN GARAGE ha il know-how per eseguire il “Chip Tuning” su veicoli più vecchi per sfruttare la loro reale potenza.

SEMA Show 2019 – Fiera Tuning

La nostra filosofia ci impone di migliorare sempre e seguendo questa direzione, confrontarsi con altre realtà del settore è inevitabile. Per questo motivo abbiamo deciso di dedicare una breve pagina di questo blog a questa nostra nuova avventura che, nel novembre 2019, ci ha portato ad attraversare l’oceano ed a visitare quello che forse è l’appuntamento globale del tuning per eccellenza: il SEMA Show di Las Vegas.

In mezzo al deserto sorge la “città-parco giochi” per antonomasia che è il simbolo per antonomasia degli eccessi: casinò, hotel che si stagliano verso il cielo e che hanno le forme ed i temi più svariati, fino ad arrivare alle persone stravaganti che cammino per la strada. Ed allora quale miglior location poteva ospitare questo appuntamento del Tuning, che vede in molte parti del mondo (non l’Italia) la possibilità di esibire il proprio stile senza troppi cavilli ed ostacoli burocratici da superare.

Sicuramente da questo punto di vista gli americani hanno capito il potenziale di avere un indotto forte, che lavorasse insieme ai costruttori, fornendo parti sempre qualitativamente migliori e sicure per gli utilizzatori finali. Dal 1963 infatti il SEMA Specialty Equipment Market Association trova posto come fiera dell’Aftermarket, ma con il tempo si sono aggiunti anche gli stessi produttori OEM, concessionari, media e molto altro, fino ad arrivare a più di 6.300 espositori da tutto il mondo.

a cosa forse più eccezionale di tutte è che la fiera non è aperta al pubblico. Questi numeri eccezionali sono ancora più straordinari quando si pensa che l’ingresso è riservato solamente ad “addetti ai lavori”. È altrettanto vero che grazie ai social media la promozione dell’Evento avviene grazie ai numerosi youtuber, giornalisti, vlogger ecc ecc di fama mondiale che contribuiscono ad accrescere la fama di questo appuntamento annuale attraverso milioni di spettatori “digitali”.

Molti “garage” americani, divenuti popolari grazie alle più o meno amate e discutibili serie TV recenti, si danno appuntamento a questo evento per svelare le loro ultime creazioni “custom”. Proprio perché questa fiera non ha eguali nel mondo, qui si possono ammirare i diversi stili e le diverse interpretazioni di tuning realizzati su vetture classiche ed evergreen , fino alle più recenti.

Come Josefin Garage riteniamo fondamentale questo tipo di sana competizione. Dopo la prima uscita ufficiale del gruppo Josefin Garage con alcuni nostri clienti durante il Wörthersee 2019 in Austria, volevamo essere presenti anche a questo importantissimo evento. 


La nostra attività è in forte crescita ed abbiamo sempre nuovi clienti, la maggior parte dei quali fuori dall’Italia, che ci contattano per la nostra serietà ed esperienza nei lavori che eseguiamo.

Riteniamo essenziale, per sottolineare la professionalità e lo stile che ci contraddistinguono, venire a contatto con i nuovi trend proposti dal settore. Questo significa prendere coscienza dei nuovi prodotti disponibili e dei nuovi metodi di utilizzo dei materiali, nonché di nuove soluzioni innovative da poter utilizzare, per garantire ai nostri clienti maggior qualità e performance dai componenti, siano essi meccanici, strutturali e o estetici.

Avere l’opportunità d’incontrare e potersi confrontare con esperti di settore, seguendo il classico approccio “americano” secondo cui chi è visto come un guru del tuning trova sempre e comunque tempo per uno scambio di vedute poiché spinto dalla tua stessa passione, contribuisce a creare un ambiente sano e motivante. 


Come azienda italiana, ci ha fatto piacere essere stati accolti dai colleghi di altri paesi, soprattutto americani e giapponesi, con molto calore e molto interesse nei lavori che performiamo anche su vetture non sempre popolari oltreoceano. Al contempo, abbiamo potuto scambiare pareri su motori e nuovi stili di vetture non molto richieste nel nostro paese. Questo ultimo passo, molto importante, ci permette di collaborare con partner esperti anche per quelle vetture che non trovano ampio seguito in Italia ed i cui proprietari faticano spesso a trovare aziende preparate con un tale background tecnico da poter lavorare seriamente su questo tipo di vetture.

Insomma, un evento eccezionale ed una prima esperienza fantastica. Ci piace migliorarci ed alzare sempre il livello delle nostre preparazioni. Per questo motivo siamo sicuri che questo sia solo il primo passo verso una grande internazionalizzazione del nostro marchio. Vi aspettiamo per discutere con voi il vostro nuovo tuning!

Alfa Romeo Stelvio – Performance

Motore v6 twin scroll, duemilanovecento centimetri cubici, 510cv di potenza e trazione integrale. Sono numeri che fanno drizzare le antenne. Eh allora, cosa centra un SUV? Beh, questi sono i numeri di Alfa Romeo Stelvio.

 

Ok, ora molti di voi staranno già pensando di chiudere qui.. e invece vi chiedo pochi minuti del vostro tempo per continuare a leggere. Si perché Stelvio non è come le altre, o meglio gli altri. Va bene, è Alfa, è italiano ecc ecc.. ma parliamo di dati oggettivi. Il pianale Alfa Romeo, nome in codice “Giorgio” è appunto lo stesso della berlina Giulia Quadrifoglio ed anche in questo caso si parla della stessa ossatura sportiva sviluppata dinamicamente per accogliere e supportare i 510cv e poi utilizzato anche per le declinazioni minori che ne beneficiano in termini di cinematica.

Compra gli Scarichi per l’Alfa Romeo Stelvio

Quindi parliamo di un SUV non solo dal cuore sportivo, ma con un fisico da atleta. Normalmente i SUV, rispetto alle berline hanno più peso e sono più alti. Lo Stelvio, rispetto alla Giulia, paga questo scotto anche per via della trazione integrale. Tuttavia in Alfa Romeo non si sono limitati a guardare. Sono intervenuti pesantemente sulla taratura delle sospensioni per assicurare, nonostante l’altezza, un rollio in curva simile a quello della Giulia QV.

Inoltre, la distribuzione della trazione sulle quattro ruote è improntata a garantire un comportamento sportivo e massima motricità in tutta la percorrenza di curva. Merito è anche della ripartizione dei pesi che garantisce che siano concentrati quasi nello stesso punto della Giulia, molto in basso, quando normalmente i SUV hanno masse concentrate più anteriormente e centri di gravità più alti, a discapito della sportività.

Insomma, la ricetta dello Stelvio arriva con un nuovo scopo: ripensare il SUV sportivo. Un segmento, quello dei SUV, che sta spopolando in ogni continente del globo, senza però aver ancora visto una dedizione alla sportività come in questo caso. Il risultato parla da solo: il comportamento dinamico di una sportiva di razza, nella comodità data (per molti) dalla maggior altezza da terra e da più spazio di carico.

La sicurezza della trazione integrale, che qui garantisce anche sovrasterzo nella guida sportiva, lascia la possibilità (anche ai meno esperti) di correggere e giocare con il volante in modo più facile e sicuro rispetto ad una pura trazione posteriore. Alfa Romeo non presenta solo un SUV con tanti cavalli. Il marchio di tradizione italiana, forte del suo DNA sportivo, introduce quindi una vettura con degli accorgimenti che la rendono potente ed efficace quanto basta per competere con auto sportive blasonate di altri segmenti.

Il powertrain resta invariato, accoppiato al solo cambio automatico ad 8 rapporti, sempre pronto in ogni situazione, dalla guida docile di tutti i giorni, alle staccate più impegnative della pista.

Vedi la scheda Tecnica dell’Alfa Romeo Stelvio

Ed è per questo che noi di Josefin Garage siamo contenti di vedere questa interpretazione (dei tanto odiati SUV) in chiave Alfa. La nostra esperienza nel trovare cavalli in questo poderoso 6 cilindri a “V”, accoppiando una rimappatura dedicata ed uno scarico completo per un sound ancora più appagante, ci permette di arrivare a quota 600cv in un batter d’occhio. Ancora più importante è il dato della coppia che rende questo motore fruibile in ogni situazione. La rapidità con cui questo motore prende velocità (ben più alte del consentito dal CdS) lo trasforma in un oggetto del desiderio per molti. Tutta questa esperienza è la stessa che trasferiamo sulla Stelvio.

Abbiamo già avuto numerosi clienti che si sono rivolti a noi per un potenziamento del motore e finiture estetiche in carbonio. Siamo felici ed orgogliosi di partecipare attivamente ad un ritorno trionfale del marchio Italiano Alfa Romeo sul territorio nazionale e non solo. Senza contare che anche i motori più “piccoli” possono trarre importanti migliorie a livello di prestazioni dal nostro know-how tecnico. Insomma, ora non vi resta che provare per credere. Vi aspettiamo per rendere la vostra Alfa Romeo una VERA Alfa!

       

Dallara Stradale. Recensione? Poesia su strada

Cosa accade quando una delle eccellenze italiane impegnate da anni nello sviluppo di telai per il mondo delle corse, decide di sviluppare una vettura stradale? Beh, il risultato è sotto gli occhi di tutti: la Dallara Stradale.

Una breve introduzione, Giampaolo Dallara, l’Ingegnere per eccellenza è il papà della celebre Lamborghini Miura, ancora oggi considerata una tra le più belle auto al mondo. L’Ingegner Dallara, nonostante la sua età anagrafica sia di poco superiore agli 80 anni ha ancora la mentalità e la passione di un giovane esuberante con tanta voglia di fare. Adora essere circondato da giovani talenti e vede nelle nuove leve mosse dalla sua stessa passione, l’unico futuro possibile per continuare l’attività della sua fiorente azienda.

Nel cuore di Varano de’ Melegari ha dato vita a quello che è sempre stato il sogno di una vita: creare un’auto stradale. Arrivando da una conoscenza completa del mondo delle corse, l’azienda Dallara ha un bagaglio infinito di know-how tecnico per creare una vettura performante tra i cordoli.

Scopri i nostri scarichi sportivi per auto

Tuttavia questo asset non è sufficiente per poter realizzare un’auto che sia incline alla strada e che soprattutto abbia un’omologazione valida nei vari paesi del mondo. Così, per rincorrere questo ennesimo sogno, l’Ingegner Dallara ed i “suoi ragazzi” (come chiama i suoi collaboratori) hanno voluto accettare questa ennesima sfida e, per gli Ottant’anni del fondatore, hanno presentato a Varano (ed al mondo) la nuova creatura.

La Dallara Stradale è un’auto 100% italiana e 100% omologata per l’uso stradale, anche se è orientata alla guida in pista. La riprova del suo DNA sportivo è il team di collaudatori chiamati a sviluppare questa vettura: niente meno che Loris Bicocchi e Mario Apicella; due nomi che parlano da soli. La Dallara ha avuto il pregio di reinventare l’automobile sportiva. Una Vasca in carbonio, affinata nella galleria del vento dell’azienda, che reincarna tutte le conoscenze tecniche acquisite negli anni: una linea pulita e semplice senza inutili fronzoli aerodinamici, in una configurazione a due posti.

Tutto, nella Dallara Stradale, ha una specifica funzione e nulla è lasciato al caso. La vettura pesa 850kg circa e con l’alettone sportivo genera fino a 820kg di downforce. Il powertrain è un 2.3 litri ecoboost (sviluppato partendo dal motore Ford) che spinge fino a 400 cv. Ci sono due tipi di sospensioni disponibili i, due tipi di cerchi tra cui scegliere. L’interno è votato alla sportività con i comandi al volante anche di fari, frecce e quant’altro, per lasciare il driver sempre concentrato sulla guida. I sedili sono parte del telaio e la macchina è senza portiere. In questa configurazione, simile ad una brachetta, si deve scavalcare per poter entrare, ma uno scalino ricavato nel sedile è il perfetto punto d’appoggio per entrare ed uscire. In più, dietro allo schienale è presente un vano per ospitare un casco integrale.

Già, la Dallara Stradale si guida con il casco perché nella configurazione base di “barchetta” non è presente un parabrezza. Tuttavia, si può aggiungere un vetro amovibile, dotato di tergicristallo, a cui a sua volta può essere fissato un “T-bone” sul tetto che può incernierare due portiere, per chiudere completamente la vettura. Certo, non potete portare il tetto con voi, quindi, prima di uscire, dovrete scegliere il giusto setup…

Ma ditemi un’altra auto “pronto pista” che offra queste opzioni. Esiste anche un pacchetto “track-focused” per i puristi, che prevede degli accorgimenti relativi all’assetto e la gigantesca ala di cui abbiamo parlato prima. Cambio disponibile: un 6 marce manuale o robotizzato con palette al volante. La produzione è limitata a 600 pezzi e i fortunati possessori possono scegliere tra varie personalizzazioni, tra cui la carrozzeria in carbonio a vista. Un gioiello da collezione. Tornando al powertrain Ford (chiamiamolo così, visto che condivide parecchio con questo motore), è un motore che si presta facilmente ad ospitare più potenza. Per chi non si vuole accontentare, anche lo scarico può essere “rivisto”. Certo, non da Dallara direttamente, ma da noi di Josefin Garage, che abbiamo già tanta esperienza sul 2.3 Ecoboost e sugli scarichi, siete i benvenuti!

Recensioni BMW Z4 e Toyota Supra

 

 

Toyota Supra

La cugina nipponica della Z4, si chiama appunto Supra, ed è giunta così alla sua quinta generazione. A mio parere è una coupé molto elegante dalle linee aggressive. L’interno BMW le dona quel tocco di innovazione e sobrietà alla quale noi tutti siamo ormai abituati (ma non su una toyota).

Vedi gli scarichi omologati per Toyota

Qualcosa che piace, conosciuto e che funziona, ma qualcosa di già visto. La linea tagliente di quest’auto sportiva è un design che si stava perdendo, una filosofia che Toyota ha provato a riprendere con la GT86 e che sembra aver fuso con la filosofia Lexus per portare alla luce queste linee meravigliose. In questo caso sono di parte, lo so. Mi sono innamorato di questa coupé tuttofare che con le linee geometriche dei finestrini, la doppia gobba sul tetto, il cofano lungo e la coda corta e sportiva, mi ricorda alcuni elementi stilistici di uno dei più grandi carrozzieri e designer italiani: Zagato.

La Supra rappresenta una rivoluzione nel suo segmento, niente di così eccezionale da considerarla una pietra miliare, intendiamoci, ma rappresenta il coraggio di una casa come Toyota che fa dell’innovazione in campo automobilistico il suo credo, un po’ una parentesi. Una piccola pausa di riflessione rivolta a noi appassionati che ci mostri che lo spirito sportivo di Toyota è ancora vivo e che noi “petrolhead” possiamo ancora sognare di possedere una nuova auto sportiva concepita per il 2019.

A molti la potenza può non sembrare granché, la collaborazione con BMW può non piacere. Pensiamo però che senza questa collaborazione per ridurre i costi di sviluppo, questa Supra, questa auto sportiva (perché di questo si tratta) non sarebbe mai nata. Allora è giusto apprezzare lo sforzo di riportare alla luce un mito, rivisitato in chiave moderna, che sappia risvegliare emozioni che in alcuni di noi possono essere assopite. Il culto di Toyota per le auto sportive lo si vede in tanti piccoli particolari. Il telaio presenta infatti molti punti che possono ospitare barre di rinforzo, un chiaro incoraggiamento ai tuner per poter sviluppare, anche su questa piattaforma, i loro kit.

Il motore turbo si presta più facilmente ad accogliere cavalli e lo spazio sotto il cofano motore è abbastanza. Inoltre, nelle linee estremamente aerodinamiche sono presenti numerosi potenziali passaggi d’aria che nella presente versione sono tappati, ma che permetterebbero di implementare il raffreddamenti di elementi più prestazionali. La creatività degli appassionati non sarà di certo un problema e magari possiamo aspettarci anche una versione potenziata dalla stessa Toyota, chissà…

Ad ogni modo la Supra del 2019 è ovviamente un’auto al passo con i tempi, dotata delle più innovative tecnologie. Tutto ciò permette di poter godere appieno di questa sportiva, che nella vita di tutti i giorni può diventare persino docile. Forse proprio perché non è stata sviluppata completamente da Toyota, è quella che tra le due stuzzica più le fantasie degli appassionati.

Vedi la scheda tecnica ufficiale della Toyota Supra.

Sicuramente L’affinamento della casa giapponese ha puntato tutto sull’accento sportivo che si percepisce in molteplici sfumature: dal tono dello scarico, ai lievi ritocchi dell’interno fino alla taratura di sospensioni e sterzo. Quest’auto ha una forte personalità ed ha saputo interpretare al meglio il suo spirito: essere l’anello di congiunzione tra le piccole sportive e le supercar più blasonate che volano ad altri budget. Il gusto esotico di questo piatto ha dalla sua il fattore sorpresa che sa di novità. Uno chef creativo che non segue nessun libro di ricette, ma vanta tanta esperienze ed i migliori ingredienti. Alla fine il risultato non può essere che sbalorditivo. 


Buon sangue non mente. Queste due cugine sono due ottime auto. Ora sta a voi capire, secondo la vostra personalità quale apprezzerete di più. Se scegliete senza usare la testa, nessuna vi deluderà.

La tedesca Z4

Bmw “Zukunft” 4 e Toyota Supra. La prima ha fatto battere il cuore di molti appassionati. L’auto pragmatica, tedesca, affidabile, due posti, trazione posteriore, che dopo una parentesi forse troppo funzionale si rinnova e ritrova il tetto in tela. La Supra, beh un’icona di “importazione”, poche parole possono descrivere le emozioni che si provano in presenza di questo mostro sacro, anche se da noi in Europa non se ne vedono molte.

Ebbene, cosa hanno in comune queste due auto che appartengono a mondi così diversi? Le nuove generazioni, tutto. La partnership tra Toyota e BMW ha fatto risorgere la Supra, che ora è sviluppata sulla piattaforma della Z4. Le due cugine condividono lo stesso motore V6 3.0 da 340cv, telaio ed elettronica.

Vedi gli Scarichi della BMW Z4

Molti puristi staranno storcendo il naso. L’unica differenza sostanziale tra le due è che la giapponese è solamente coupè, mentre la teutonica, una classica cabrio con il tetto in tela, come abbiamo detto. La stessa ricetta applicata a filosofie così differenti non è però la solita minestra riscaldata. Bisogna infatti guardare ai contenuti, e qui le interpretazioni dei due marchi automobilistici fanno si che le due vetture siano molto differenti agli effetti pratici. Dopo un primo step in comune nello sviluppo degli elementi del telaio, le rispettive case hanno continuato lo sviluppo in modo individuale, per dare il giusto imprint alle loro vetture.

La BMW Z4 con il sei cilindri twin scroll è tutt’altro che un’auto da passeggio. Lo chassis sportivo ed il motore sempre pronto le donano più un tono da piccola gran turismo. Nonostante il tetto in tela la Z4 rimane molto godibile e silenziosa e in BMW hanno lavorato per cercare il massimo comfort anche a tetto abbassato. Il cambio ZF a 8 rapporti risulta molto veloce e preciso nelle cambiate e sempre pronto quando si chiamano le marce dal pedale dell’acceleratore.

La linea della nuova Z4 è molto elegante e moderna, in linea con le nuove BMW e forse proprio per questo non attira, a mio parere, particolarmente l’attenzione. Lo stesso discorso può essere fatto per l’interno. Bello, curato, qualitativamente adatto alla vettura e dotato delle tecnologhe di ultima generazione; ma praticamente identico alle altre BMW, una su tutte, la serie 8. Una scelta valida, una macchina sportiva con un buon sound, ma che forse manca di quel pizzico di “fattore wow” che non è mai stato tipico della concretezza tedesca.

Vedi la scheda tecnica e altre opinioni per la BMW Z4.

Quando pensate che la scelta fra Z4 e Supra sia solo tra tetto in tela o coupé, vi sbagliate di grosso. Si tratta infatti di n modo di vivere l’auto, una scelta fatta di tante piccole differenze, che contribuiscono però a rendere le esperienze di guida molto diverse. La Z4 è un’auto più matura e più sobria, più “logica” e prevedibile sia nel look che nella guida. È l’auto conosciuta per la sua affidabilità e per la raffinata sportività. Sai esattamente cosa ti puoi aspettare da questa vettura e lei non ti stupirà, né ti deluderà: ti darà esattamente quello. Non dimentichiamo che stiamo parlando di un progetto molto ben riuscito.

Non fraintendetemi, la Z4 non è una noiosa tombola di Natale tra parenti indossando l’ennesimo maglione di lana, regalato amorevolmente dalla nonna. Si tratta più di una cena in abito elegante nel tuo ristorante stellato preferito. Sai che mangerai bene, che è un bell’ambiente, potresti sorprenderti provando il nuovo dolce sul menù, ma non è necessario. Puoi prendere sempre gli stessi piatti e rimarrai comunque felice. Sei contento di essere dove sei e non hai nulla da invidiare. Il classico “assegno circolare”…