Recensione Hyundai I30N

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

La Hyundai I30 N Performance è una vera e propria rivelazione nel segmento delle Hatchback pepate, dominato per anni dalle più famose GTI ed RS e da tante altre concorrenti. Ora Hyundai, grazie ad Albert Biermann (papà di tante BMW M) si rifà il trucco e, dopo un duro allenamento nei rally, è pronta ad approdare con questo nuovo interessante progetto.

Questa piccola sportiva per tutti i giorni si presenta con un 2 litri twin scroll da 275cv in versione performance, freni maggiorati, barre per irrigidire la scocca, un overboost a tempo e cambio manuale. La sigla “N” deriva dal nome del centro dove vengono sviluppate le Hyundai sportive Namyang, ma si sprecano il richiami con il leggendario circuito del Nürburgring Nordschleife, dove questa coreana tutto pepe ha percorso tantissimi chilometri per affinare il suo DNA sportivo.

Vedi i nostri scarichi per Hyundai

Nell’anno del debutto, il battesimo del fuoco è stata la partecipazione di Hyundai alla 24 ore del Nürburgring, utilizzando per quanto possibile sulla vettura da gara, i componenti di quella di serie.

Per noi appassionati è sempre un piacere quando sul ring sale una giovane promessa pronta ad insidiare i grandi nomi che si contendono da anni il titolo iridato. Questa i 30 N sembra infatti essere partita con lo spirito giusto ed avere tutte la carte in regola per dire la sua.

L’interno sportivo quanto basta, unito ad una ricca dotazione di serie ed alla tecnologia adatta a questo tipo di auto, sono sicuramente gli ingredienti perfetti per una buona ricetta. Il sound mozzafiato è la miglior colonna sonora per guidare in pista o su strade di montagna e, con un tasto, il cambio manuale attiva il rev-matching automatico che, oltre a farvi fare bella figura, regala un’ulteriore brivido di piacere lungo la schiena durante ogni scalata.

Ammettiamolo, questa auto ci piace, ed anche a chi storce un po’ il naso per via del marchio di provenienza che non ha (ancora) troppe affinità con il mondo delle corse, ricordiamo che Hyundai è impegnata nel mondiale di Rally e nel campionato TCR, giusto per citare alcuni esempi.

Vedi la scheda tecnica della Hyundai I30N

Dai, ora vogliamo trovare anche qualche critica. Ebbene, la i 30 N ha un aspetto estetico fin troppo sobrio, da chi è aggressivo ma educato e sa scatenare la sua rabbia solo quando è realmente necessario. Ma è una vera critica? In realtà, questo dato lascia tanto spazio per le personalizzazioni mirate a rendere ulteriormente unica la vettura, quasi come una tela bianca, con pochi orpelli e fronzoli, per creare il proprio capolavoro. Come da tradizione asiatica, i colori proposti sono semplici e molto “basic”; per i più coraggiosi occorrono quindi delle soluzioni di design per distinguersi dalla massa.

Ormai un po’ ci conoscete e sapete che ci piace valorizzare le auto anche per la loro predisposizione a poter dare quel qualcosa in più.. E qui sulla i30 N ci si può sbizzarrire. I componenti sportivi si possono ulteriormente migliorare per enfatizzare le prestazioni in termini di potenza, assetto e sound, estrapolando il meglio da ogni sua parte.

Insomma, che dire, dalla Corea arriva una nuova vettura che si prepara a fare la voce grossa nel segmento delle sportive pratiche e dal carattere forte. E ci confermano che presto sarà presentata un versione più corsaiola ed alleggerita.


Noi accogliamo questa nuova bomba ed accettiamo la sfida, e voi ?

Altri articoli

Registrati ora!

Ricevi subito uno SCONTO del 10%