SUV Mania

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su print
Print

Non possiamo fare finta di niente, il trend del momento riguarda i SUV. Questa „nuova“ categoria di auto che da un decennio a questa parte ha conquistato il mercato, mettendo a dura prova gli amanti delle sportive… o forse no.

Questo cosa vuol dire? Significa che da grosse auto, sgraziate e goffe, con poca potenza e con motori diesel, si è passati ad una grande varietà di modelli, tipi ed alimentazioni. Negli ultimi anni c’è stata una corsa dei marchi più sportivi e blasonati a creare anch’essi SUV con la prerogativa di rimanere fedeli al DNA sportivo del marchio che rappresentano.

L’operazione non è sempre semplice; la posta in gioco è davvero grande e sta facendo scervellare i designer ed i product manager di questi brand. Un SUV ben riuscito può significare guadagnare una sontuosa fetta di mercato di persone che forse non si sarebbero altrimenti mai avvicinate a quel marchio, ma che, vedendo questo comodo e spazioso mezzo di trasporto, meglio se elegante e tecnologico, lasciano alle spalle i loro pregiudizi, fiondandosi nei concessionari.

Facciamo un esempio caro a noi Italiani.. il SUV di Lamborghini URUS, che la casa di Sant’Agata ha deciso di definire SSUV (Super Sport Utility Vehicle). Questo straordinario pachiderma, veloce ed agile come un Giaguaro ha permesso a Lamborghini di espandere la sua rete di clienti come mai prima. Ci sono tanti clienti di URUS che non hanno mai posseduto una Lamborghini, ordini a non finire e la linea di produzione di questo bestione sforna più vetture delle linee di produzione di Aventador e Huracan messe insieme. Ora pensiamo che nei precedenti anni Lamborghini ha raggiunto dalle sole due linee di produzione un costante record di vendita anno dopo anno, giusto per comprendere l’importanza di questo modello per la casa italo-tedesca. Allo steso modo case come Ferrari, Aston Martin e Lotus stanno sviluppando i loro “primi SUV”, e top players del lusso come Bentley e Rolls Royce hanno mostrato al mondo le declinazioni più sfarzose di questo tipo di veicolo.

Pensiamo ora che Audi, per vendere la prima vettura totalmente elettrica, la E-Tron, ha dovuto pensare ad una tipologia di veicolo che andasse bene in diversi continenti, in luoghi freddi con tanta neve ed allor stesso modo in luoghi esotici con sabbia e sale.. quale migliore mezzo di un SUV per mettere tutti d’accordo, allora?

I SUV sono la moda del momento e quasi ogni casa costruttrice ha a catalogo un SUV per ogni segmento di veicolo, dal più piccolo al più ecologico o sportiveggiante. Ma allora, ha veramente senso opporsi a tutto questo?

Un purista delle vetture sportive, un ecologista, e perfino un antropologo avrebbero mille e uno motivi per denigrare i SUV.. guidatori soli con questi “camion a sette posti” (vuoti) che girovagano senza metà per le nostre città in cerca di un parcheggio, eccetera…

La realtà è che sembra che questo tipo di vettura abbia messo d’accordo proprio tutti nei vari continenti, diventando così il nuovo tipo di auto tuttofare: una vettura sportiva, comoda (per molti), spaziosa, adatta a lunghi viaggi ecc ecc.

Ha senso combatterli? Direi proprio di no. Questa moda del momento sta trainando anche il mercato dell’elettrico, è vero, e sembra che questa “forma” sia il miglior compromesso. Tuttavia vi sono aziende che continuano la produzione di vetture sportive, per appassionati veri, quelle basse a due posti “secchi”, con poco baule e tanto divertimento (per noi). Finché ci saranno appassionati veri (anche tra i progettisti) le nostre vetture sportive continueranno a resistere e a permetterci di liberare la nostra mente nel fine settimana. Ma per tutti gli altri giorni, perché non viaggiare un po`più comodi ?

Altri articoli